RSS

Abissale

 

Mentre negli irrangiugibili spazii marini

tra i bianchi veli

dormono le navi a vapore,

lì un ragazzo

andava a trovare sua madre

ogni volta che voleva.

Si calava

con la tuta da palombaro

nel Mare del Nord

dove l’acqua è così fredda

che un fiore lasciato il giorno prima

lo trovi intatto l’anno dopo.

 

Mentre negli invisibili cieli marini

tra le bianche meduse

scordiamo le navi a vapore,

lì un uomo

andava a trovare sua madre

ogni volta che voleva.

Si gettava

da una barca

nel Mare dell’Infinito

dove la temperatura è così bassa

che un bacio dato il giorno prima

lo trovi sulle labbra l’anno dopo.

 

Mentre  negli indefiniti universi marini

tra i pesci elettrici

abitano le navi a vapore,

lì un vecchio

va a trovare sua madre

per l’ultima volta.

Discendeva il tempo

con una torcia

dove la vita è sempre la stessa

che due corpi divisi il giorno prima

li trovano insieme un secolo dopo. (865)

 

Comments are closed.